Seleziona una pagina

Nel corso degli ultimi mesi, il progetto MMM (Medical Mockup Modelling) ha superato in diverse occasioni i confini del Belpaese per spingersi oltremanica ed oltreoceano e partecipare a manifestazioni internazionali di prim’ordine nel campo del Med-Tech e delle Scienze della Vita.

 

L’attività di esplorazione dei mercati esteri – e soprattutto di quello americano – è nata dalla volontà e necessità di allargare quanto più possibile il network di potenziali fruitori di ROG (Real Organ Generation). ROG è la piattaforma altamente reattiva e interattiva implementata all’interno del progetto MMM che non solo mira a integrare nei processi di Ricerca e Sviluppo tecnologie di Intelligenza Artificiale, Blockchain e Machine Learning, ma che prevede anche l’utilizzo di Materiali Innovativi nelle operazioni di stampa 3D di mockup medicali di diversi organi (principalmente il cuore) nel loro stato e nelle loro dimensioni reali.

Ai fini di un costante miglioramento delle funzionalità del software, il Team di Ricercatori si è impegnato sia ad ottenere il maggior numero di feedback da parte dei visitatori presenti alle fiere che hanno potuto fare esperienza della piattaforma, sia a stringere pre-accordi di collaborazione con rappresentanti di Università, Ospedali e Centri di Ricerca internazionali per poter ricevere da questa categoria di utilizzatori riscontri più accurati e professionali, nonché un maggior numero di immagini diagnostiche 2D da inserire nel database di MMM e su cui operare la conversione e la virtualizzazione in 3D.

Nella prima metà di giugno 2022, il Team di R&S di MMM è volato a Birmingham (UK) per partecipare a Med-Tech Innovation EXPO, manifestazione tenutasi i giorni 8 e 9 giugno a cui ha preso parte l’incubatore Techinnova S.p.A. – capofila di progetto – nel ruolo di main sponsor della startup innovativa RIC3D S.r.l., inclusa fra le società incubate e accelerate dall’incubatore. Med-Tech Innovation EXPO è l’evento cardine nel Regno Unito per la progettazione e la tecnologia di produzione di dispositivi medici; configurandosi come un importante punto di riferimento per i professionisti delle scienze della vita, la fiera ha riunito oltre 4mila ingegneri, designers, innovatori e produttori dell’intera industria medica e sanitaria, tutti intenti a esplorare nuove idee, scoprire le tecnologie, i prodotti, i servizi emergenti e innovativi per il settore.

A distanza di meno di una settimana, la task-force di progetto è atterrata a San Diego (California, USA) pronta a far conoscere il progetto MMM anche al mercato americano. Tra il 13 e il 16 giugno, infatti, il partner di progetto MTM S.r.l. ha preso parte, in qualità di exhibitor e all’interno della delegazione europea sostenuta dal programma EIC – Overseas Trade Fairs 2.0, alla BIO International Convention di San Diego. La kermesse americana ha coinvolto più di 1.100 aziende operanti nel settore delle biotecnologie, nonché istituzioni accademiche, centri biotecnologici e altre organizzazioni di settore provenienti dagli Stati Uniti e da più di 30 paesi. È proprio all’interno di questa vetrina mondiale, che ha previsto diverse sessioni e straordinarie opportunità di networking con più di 16.000 partecipanti provenienti da circa 67 paesi, che il Team di MTM ha avuto l’onore di presentare il progetto MMM.

La tournée del mese di giugno ha fatto quindi tappa a Toronto (Canada), dove dal 20 al 23 giugno è stato presentato il progetto MMM in occasione di Collision 2022, una tra le più grandi manifestazioni in Nord America dedicata alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) e altre tecnologie avanzate. Anche in questa occasione all’evento, che ha attratto oltre 33.000 partecipanti provenienti da tutto il mondo, ha partecipato la startup innovativa RIC3D supportata dalla capofila Techinnova. Ulteriore occasione di visibilità per il progetto MMM è stato l’exhibition day di RIC3D – affiancata da Techinnova – presso la postazione dedicata alle startup selezionate per accedere al programma di supporto ALPHA: gli organizzatori della fiera hanno infatti premiato il progetto MMM dopo averne riconosciuto il potenziale eccezionale, permettendo così al gruppo di lavoro di entrare direttamente in contatto con le persone e le aziende più influenti del settore di mercato.

Lo staff coinvolto nel progetto MMM ha poi calato il poker partecipando, dal 27 al 29 luglio, alla 31esima edizione di FIME – Florida International Medical Expo, la principale fiera ed esposizione medica delle Americhe, che quest’anno ha riunito oltre 700 espositori provenienti da oltre 45 Paesi e più di 12.600 visitatori in loco. La manifestazione americana ha offerto al Team di MTM, partner di progetto, la possibilità di far conoscere, all’importante pubblico presente, il proprio progetto di R&S MMM, nonché di sviluppare potenziali sinergie tramite le attività di networking condotte dall’équipe durante la kermesse americana.

In occasione di ciascuna delle fiere in cui è stato presentato il progetto MMM, ai visitatori è stata offerta l’opportunità di fare esperienza della piattaforma software ad elevato tasso tecnologico, caratterizzata da tecnologie di Virtual Reality e di visualizzazione di organi virtuali in 3D, e finalizzata a percorsi non solo formativi e di training, ma anche di diagnosi e di simulazione chirurgica. Ai “tester”, infatti, è stata data l’occasione di immergersi in un ambiente virtuale a 360 gradi, nel quale hanno potuto interagire con gli organi e gli strumenti della sala operatoria. È stato sufficiente indossare un casco e afferrare un paio di trigger, per poi cominciare a operare in un ambiente virtuale come veri e propri chirurghi muniti di bisturi e forbici chirurgiche. Com’era pronosticabile – considerato l’elevato contenuto tecnologico del progetto MMM – la piattaforma software ha generato entusiasmo e stupore fra i presenti. Sono state altrettanto apprezzate anche le osservazioni critiche, poiché sono proprio quest’ultime che da sempre offrono al Team di ricercatori i feedback necessari per un costante miglioramento del software: giudizi e valutazioni costruttive si sono già rivelati indispensabili per il prosieguo delle attività.

Infine, le attività di follow-up svolte dal Team di progetto al termine di ognuna delle manifestazioni sopraccitate sono state fondamentali in ottica di instaurazione di solide collaborazioni con controparti che possano apportare benefici agli sviluppi progettuali di MMM.

 

L’obiettivo, in ultima analisi, è stato quello di portare quante più persone possibile all’interno della “sala operatoria virtuale” realizzata con il progetto MMM, nella speranza di coinvolgere quanti più attori possibile nel mondo dell’Innovazione Medicale e con l’obiettivo ultimo di esportare i risultati del progetto MMM al di fuori della cooperazione Italia-Svizzera in seno alla quale si è sviluppato il progetto: MMM ha ormai assunto una vera dimensione internazionale.